/ Cronaca

Cronaca | 05 marzo 2024, 09:26

Estradato in Italia ed arrestato uno dei più pericolosi e ricercati trafficanti di droga che operava anche a Malpensa

E' giunto a Fiumicino dalla Repubblica Dominicana il malvivente inserito nel 2021 nella lista dei cento latitanti pericolosi, destinatario dell'ordinanza di arresto del Tribunale di Roma: nella scalo della Brughiera si avvaleva di "canali sicuri"

Estradato in Italia ed arrestato uno dei più pericolosi e ricercati trafficanti di droga che operava anche a Malpensa

E' giunto nello scalo internazionale di Fiumicino, scortato da personale dell’Interpol, un latitante inserito dal 2021 nella lista dei '100 latitanti pericolosi' e destinatario dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Roma al termine delle indagini all’epoca condotte dal Gico e dalla Squadra Mobile di Roma. E' la conclusione del complesso iter estradizionale promosso dall’Italia nei confronti della Repubblica Dominicana.

Giunto sul territorio nazionale, il narcotrafficante dominicano è stato preso in consegna da militari della Guardia di Finanza e dal personale della Polizia di Frontiera aerea di Fiumicino.

L'attività rappresenta l’epilogo delle indagini svolte dal Nucleo di Polizia Economica Finanziaria e dalla questura di Roma, che avevano portato all’individuazione di un’organizzazione narcotrafficante con base a Roma e ramificazioni all’estero che, forte anche delle cointeressenze con realtà criminali di matrice ‘ndranghetista, era dedita all’importazione di ingenti partite di cocaina dal menzionato Paese caraibico.

Per come emerso alle indagini, gli indagati si avvalevano di canali di uscita sicuri presso il porto di Cagliari e l’aeroporto di Malpensa, dove lo stupefacente giungeva occultato all’interno di container commerciali o imbarcato in aeromobili provenienti dall’aeroporto dominicano La Romana.

In quel contesto, il principale fornitore del gruppo criminale veniva individuato in un alto Ufficiale della Policia National dominicana il quale, avvalendosi di ulteriori complici di stanza all’interno del menzionato scalo aeroportuale e in altre strutture portuali locali, riusciva a reperire grosse partite di cocaina, delle quali organizzava il carico e la spedizione, eludendo i controlli di polizia.

(Sod/Adnkronos)

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore