Ieri... oggi, è già domani | domenica 23 giugno, 12:20

"ogni bùsca l'e 'na trae" - ogni pagliuzza diventa una trave

"ogni bùsca l'e 'na trae" - ogni pagliuzza diventa una trave

Ieri... oggi, è già domani

Il Titolo del "pezzo" è quasi un detto evangelico, ma Giusepèn taglia corto: "lu disèan i me vegi a Busti e lu di anca men, in cò" (lo dicevano i miei vecchi a Busto Arsizio -per dire dei suoi genitori- e lo dico anch'io in casa). Quindi,...

"la a màasi" - deve ammalarsi

"la a màasi" - deve ammalarsi

Ieri... oggi, è già domani

Una "tara" che mi sono portato dietro, da bambino, per diverso tempo, si riferisce a una frase che (per caso) ho ascoltato, dagli adulti

"ul cu e mena" - l'inaffidabile

"ul cu e mena" - l'inaffidabile

Ieri... oggi, è già domani

Vediamone gli aspetti.

"a Banca dul Teton" - la Banca del Succhiatore

"a Banca dul Teton" - la Banca del Succhiatore

Ieri... oggi, è già domani

Stavolta sono io a ricordare a Giusepèn un "detto antico" della Parlata Bustocca. In verità, quel "detto" non lo conoscevo.

"candu'l passu l'è greu" - quando il camminare è pesante

"candu'l passu l'è greu" - quando il camminare è pesante

Ieri... oggi, è già domani

Facile accostare le corse dei giovani, coi passi svelti delle mamme quando andavano a messa

"la a màasi" - deve ammalarsi

"la a màasi" - deve ammalarsi

Ieri... oggi, è già domani

Non capivo, in buona sostanza, come "quella donna" possa programmarsi una malattia (sic)

"A calastrìa" - Indigenza assoluta

"A calastrìa" - Indigenza assoluta

Ieri... oggi, è già domani

Il racconto che propongo ora, su consiglio di Giusepèn, non è noioso ma è triste... lasciatemelo scrivere

"Giugn e Lui, a tera l'à bui" - Giugno e Luglio, la terra bolle

"Giugn e Lui, a tera l'à bui" - Giugno e Luglio, la terra bolle

Ieri... oggi, è già domani

Maggio se ne va, Giugno è qua.

"mangià, bèi e lauà"" - mangiare, bere e lavorare

"mangià, bèi e lauà"" - mangiare, bere e lavorare

Ieri... oggi, è già domani

Stavolta, a ricordarmi un ancestrale detto Bustocco è la mamma di Graziella Enrica Puricelli

"i niscòei e i galughi" - le nocciole e i maggiolini

"i niscòei e i galughi" - le nocciole e i maggiolini

Ieri... oggi, è già domani

Prima di descrivere la "storia" faccio presente il commento di Giusepèn: "m'à rigurdeu pu, ma pensa mal'ea ul magiu di tempi'n dre" (non mi ricordavo di quel detto, ma pensa com'era il mese di maggio in quei tempi)

"ma s'à riscia i busechi" - mi si attorcigliano le budella

"ma s'à riscia i busechi" - mi si attorcigliano le budella

Ieri... oggi, è già domani

Certo che ad analizzare la traduzione, c'è da rabbrividire: "attorcigliare le budella" si provocherebbe un dolore lancinante...

"t'a'nfesu ul …."" - ti "infeso" (verbo inesistente, in italiano, ma i Bustocco, è eloquente) ….il ….

"t'a'nfesu ul …."" - ti "infeso" (verbo inesistente, in italiano, ma i Bustocco, è eloquente) ….il ….

Ieri... oggi, è già domani

…..premette, Giusepèn … sorride, poi si lascia andare in una risata sardonica, quasi maligna, ma … eloquente.

"candu l'è sia…"" - quando è sera….

"candu l'è sia…"" - quando è sera….

Ieri... oggi, è già domani

Chiaro che i commenti (a posteriori) possono avere sfaccettature differenti, ma rimane il fatto che "mantenere la parola" può condurre a differenti commenti, ma "verba volant; scripta manent"

"cica da bagu"" - sputo di rabacco

"cica da bagu"" - sputo di rabacco

Ieri... oggi, è già domani

Ben detto, Giusepèn …..Maria? una disquisizione così, cosa merita? "ul Nocino" e sorride divertita l'altrettanto mitica Maria..

"ma l'àn dì"" - me l'hanno riferito

"ma l'àn dì"" - me l'hanno riferito

Ieri... oggi, è già domani

Me l'hanno riferito - in una casa di ringhiera (tre famiglie), c'era una partoriente in camera da letto

"t'e me meni a Milàn?"" - ni accompagni a Milano?

"t'e me meni a Milàn?"" - ni accompagni a Milano?

Ieri... oggi, è già domani

Giusepèn è solare. Ha una richiesta da pormi e lo vedo sicuro della mia accondiscendenza.

"a dila tuta integra"" - devo dirla tutta

"a dila tuta integra"" - devo dirla tutta

Ieri... oggi, è già domani

Giusepèn non ce la fa a star zitto e con la sua "a dila tuta intrega" (devo dirla tutta intera) si riferisce alla verità.

"i usanzi"" - le abitudini

"i usanzi"" - le abitudini

Ieri... oggi, è già domani

Giusepèn si chiede "ma l'è ul giustu dialetu?" (com'è il giusto Dialetto?)

"ul brusoegiu" - il rompiballe

"ul brusoegiu" - il rompiballe

Ieri... oggi, è già domani

Ne abbiamo parlato, ma (evidentemente) in due Edizioni di "ul Giusepèn" e di "Giusepèn e Maria" non tutti lo hanno compreso...

"va là, por'om"" - tirati da parte, pover'uomo

"va là, por'om"" - tirati da parte, pover'uomo

Ieri... oggi, è già domani

Prima, tuttavia, cito un detto di mamma: "ogni cò l'e fèi da sassu e gan tuci ul so fracossu" (ogni casa è costruita con materiale edilizio e tutte le case hanno di che discutere) - a "discutere", ovvio, sono le persone che in...

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore