/ Politica

Politica | 11 febbraio 2024, 17:59

Presidio antifascista a Palazzo Estense, il Pd: «Ottocento persone nonostante il diluvio: un successo per la democrazia»

Il Dem di Varese, per voce della segretaria cittadina Manuela Lozza, commenta la manifestazione di sabato organizzata dopo le nozze con saluto romano: «Un'occasione utile a fare chiarezza sulle posizioni di alcuni, per dividere il grano dalla pula. Andiamo avanti così»

Presidio antifascista a Palazzo Estense, il Pd: «Ottocento persone nonostante il diluvio: un successo per la democrazia»

Non si fermano le reazioni dopo la giornata antifascista organizzata sabato a Palazzo Estense in seguito al matrimonio con tanto saluto romano che molto ha fatto discutere a livello provinciale, ma non solo. Sul presidio, organizzato nello stesso giorno della manifestazione per le vittime delle foibe che ha visto sfilare l'estrema destra per le strade di Varese, è arrivato anche il commento di Manuela Lozza, segretaria del Pd cittadino. Riportiamo integralmente l'intervento:

La scorsa settimana si è conclusa ieri con una pioggia colorata e gioiosa, un diluvio antifascista contro le tenebre del revisionismo. È stata una settimana dura per il PD Città di Varese? Assolutamente no! Impegnativa e molto utile, semmai, a fare chiarezza sulle posizioni di alcuni. Utile per dividere il grano dalla pula, per esempio.

Prima ancora di essere il successo che è stata, prima ancora d’iniziare, la manifestazione ci ha messo davanti un quadro molto chiaro: l’Anpi provinciale che dice che non parteciperà e si dissocia con un comunicato stampa che sembra scritto da Fratelli d’Italia. La Lega che sbadiglia (“Che noia questa storia” è la frase che usano sui social per riferirsi al revisionismo storico dell’estrema destra). Il segretario provinciale di FdI Pellicini che prende le distanze dalla manifestazione di Palazzo Estense, ma guarda caso non da quella dei Do.Ra. e dell'estrema destra, usando la tragedia delle Foibe (una delle pagine più atroci e ingiuste della nostra storia) come scusa per un attacco politico.

Il mio pensiero oggi va a tutti/e costoro, ma anche agli/alle abitati del Paese delle Meraviglie, che “Galimberti il matrimonio doveva celebrarlo lui” e magari calarsi a Palazzo Estense con un paracadute colorato, sulle note di We are the word, ma dai!

Sottoscriviamo le scelte dell’Amministrazione e rivendichiamo il nostro lavoro come partito. Più di 800 persone alla manifestazione di ieri, nonostante il diluvio: voglio proprio andare a leggere chi avrà il coraggio di dire che non è stato un successo della democrazia!

Per tutte/i queste/i c’è una sola risposta: continuiamo a lavorare per cambiare e migliorare la città, anche con giuste prese di posizione, che si rifanno alla storia cittadina. Continuiamo a lavorare con questa Maggioranza, che amministra la città da oltre 7 anni e si muove per una Varese al passo con i tempi (come le tante trasformazioni infrastrutturali, turistiche, culturali e sociali dimostrano). Insieme tuteliamo i valori costituzionali e democratici, al fianco dell’Anpi cittadina, delle organizzazioni sindacali e imprenditoriali e di ogni singolo/a cittadino e cittadina.

Continuammo ad affiancare l’amministrazione, per un welfare sempre più efficiente nonostante la situazione globale, per i nostri servizi d’eccellenza. 

Continuammo a lavorare e a portare alti i nostri valori con forza e concretezza. Continuammo a lavorare con questo spirito. Tutto il resto è noia.

Manuela Lozza
segretaria cittadine Partito Democratico

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore