/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 16 settembre 2023, 18:38

VIDEO. «Bisogna osare per Busto. Godetevi piazza Trento e Trieste, non è solo un parcheggio»

L'assessore Loschiavo inaugura lo spazio ridisegnato, il sindaco Antonelli assicura: via Cavallotti diventerà come nell'esperimento dello scorso anno. Il messaggio delle due studentesse con il loro disegno: «Speriamo che piccole iniziative porteranno grandi cambiamenti»

Il sindaco Antonelli, l'assessore Loschiavo e le due studentesse Giulia e Aurora

Il sindaco Antonelli, l'assessore Loschiavo e le due studentesse Giulia e Aurora

«Godetevi la piazza. Abbiamo scelto tra il traffico e la comunità e la seconda». Così l'assessore Salvatore Loschiavo consegna ufficialmente il tassello di centro ridisegnato in nome della Settimana europea della mobilità sostenibile a Busto Arsizio.

Piazza Trento e Trieste non è solo un parcheggio, non lo dovrebbe essere mai, ma spesso il traffico la condanna a questa sorte.

Non esiste però alcuna condanna ineluttabile e all'inaugurazione ufficiale del Ti&Ti Park oggi si ribadisce il messaggio. Aspettando i discorsi, i bambini giocano nell'erba, ci si accomoda sulle panchine, si ascoltano Ale Payne, Accademia Gens d’Ys e Hybris & Totò in attesa poi del concerto dei ragazzi del Liceo musicale e coreutico Pina Bausch.

Sul palco accanto all'assessore, il sindaco Emanuele Antonelli che assicura la volontà di osare: tanto che via Cavallotti garden - l'esperimento dello scorso anno, analogo a questo - diventerà "stabile" per giugno. «È la settimana in cui si prova a fare qualcosa di diverso per questa città - ha detto - prove fatte con coscienza, stiamo facendo il piano del traffico. Quasi sicuramente saranno definitive».

Ma poi che spettacolo il disegno di Giulia Radice e Aurora Conselmo, ex alunne dell'istituto comprensivo De Amicis, oggi alle superiori, e il messaggio che consegnano. Aurora frequenta il liceo linguistico Crespi, Giulia l'artistico Candiani. «Con questo disegno la speranza è che ci sia più attenzione all'ambiente - si sottolinea - la strada simboleggia l'uomo e le sue costruzioni, intorno la natura». Ciò che affermano con forza le ragazze è che uomo e natura possono solo camminare a fianco. Un "viaggio" difficile per l'umanità?

Intanto qui si parte dalla piazza e da questo disegno. Perché, come dicono le ragazze, sono le piccole iniziative che portano ai grandi cambiamenti, questa è la speranza da loro espressa.

GUARDA IL VIDEO 

Marilena Lualdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore