/ Valle Olona

Valle Olona | 23 giugno 2023, 12:18

Castellanza Servizi e Patrimonio, contratto prorogato per un anno. E ci si interroga sul futuro del Palaborsani

La scelta dell’amministrazione su Csp ha causato una serie di discussioni con le minoranze in consiglio

Castellanza Servizi e Patrimonio, contratto prorogato per un anno. E ci si interroga sul futuro del Palaborsani

Protagonista dell’ultimo consiglio comunale castellanzese la decisione della maggioranza di prorogare per un anno il contratto di servizio con Castellanza Servizi e Patrimonio.

«L’attuale contratto con Csp – ha spiegato il sindaco Mirella Cerini – che attualmente prevede che la società si occupi della gestione degli alloggi ex Erp, del cimitero, della farmacia e del palazzetto, scade alla fine di luglio e al suo interno è già prevista la possibilità di prorogarlo per un anno.
La decisione della giunta è stata quella di avvalersi di questa possibilità, per aver modo di effettuare una serie di valutazioni riguardo la gestione futura di questi servizi, per decidere, nei prossimi mesi, come comportarsi a partire dal 1 agosto 2024».

Già nel 2021, infatti, l’amministrazione ha voluto riprendere in mano il servizio mensa, precedentemente affidato a Csp e l’intenzione, almeno in base alle prime ipotesi, pare essere quella di fare qualcosa di simile anche per il Palaborsani.
Una scelta che però richiederebbe una serie di attente valutazioni sia per quanto riguarda il rapporto costi e benefici, sia per quello che concerne gli aspetti puramente tecnici, ed è proprio da ciò che è nata la necessità di avvalersi della proroga.

Decisione che non è piaciuta molto al gruppo del Centro Destra Unito, che ancora una volta ha colto l’occasione per richiedere a più voci un incontro con la nuova amministratrice unica della partecipata comunale per avere, come ha sottolineato il consigliere Paolo Colombo «la possibilità di valutare attentamente la situazione e decidere come votare solo dopo aver raccolto tutti i dati.
Per questo propongo di rimandare la discussione del punto in oggetto sino a quando non avremo sentito da lei una relazione sullo stato dei fatti».

Richiesta che è stata prontamente respinta dalla prima cittadina che ha ricordato all’opposizione come la prossima scadenza del contratto non permettesse alcun ritardo: «Se non approvassimo stasera la proroga il risultato sarebbe che dal 1 agosto di quest’anno la farmacia, il cimitero e tutti gli altri servizi di cui attualmente si occupa Csp si troverebbero senza un gestore, e questo non è immaginabile».

Il futuro degli accordi con la partecipata comunale è riemerso anche durante la discussione del punto successivo, durante il quale l’assessore al bilancio Maria Luisa Giani ha illustrato alcune variazioni al bilancio triennale che permetteranno di far partire un primo lotto di interventi di interventi sulle strade castellanzesi.
Anche questa volta a prendere la parola è stato Paolo Colombo: «Dalla stampa apprendiamo che l’intenzione dell’amministrazione è quella di riportare all’interno del comune la gestione del palazzetto a partire dal 2024, come mai all’interno del Dup non si trova traccia di questo fatto?».

A rispondere, mettendo la parola fine, almeno per il momento, alla questione, è stata la stessa Giani: «Per il 2024 e il 2025 sono state già inserite risorse aggiuntive nel capitolo sport, che potranno essere utilizzate proprio per questo scopo.
Vorrei ricordare che al momento, però, nessuna decisione è ancora stata presa, si sta parlando solo di ipotesi, e le ipotesi non possono certo essere inserite in un documento come il Dup; le opzioni da valutare sono tante, e l’unica cosa che mi sento personalmente di escludere al momento è che il Comune si occuperà direttamente della gestione della struttura».

Loretta Girola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore