/ Valle Olona

Valle Olona | 10 febbraio 2024, 22:00

VIDEO. Il ciclismo tiene alta la passione dei giovani in Valle. E aiuterà le donne a uscire dall'inferno della violenza

Presentata la squadra juniores della Fagnano Nuova: «Obiettivo veder crescere i nostri ragazzi». Ma la vittoria più bella è già assicurata: diffondere in tutt'Italia il numero 1522 e sostenere le vittime di violenza

VIDEO. Il ciclismo tiene alta la passione dei giovani in Valle. E aiuterà le donne a uscire dall'inferno della violenza

Batte forte il cuore della Valle Olona per il ciclismo e la prova è quella positiva scossa che si è avvertita stasera alla presentazione della squadra juniores 2024 dell'Asd Fagnano Nuova. 

Una società che ha invitato le altre del territorio a riunirsi per questo battesimo del fuoco, che ha ricordato come crescere per questi ragazzi significhi nello sport ma anche nella scuola e soprattutto nei valori. E che scenderà in pista anche per aiutare le donne contro la violenza che rende loro la vita impossibile. 

La miscela perfetta di sport, sociale e solidarietà. Di fatica, legittimo desiderio di vincere ma soprattutto voler crescere insieme. 

L'aula magna della scuola Fermi era gremita per la serata. Sul palco il presentatore Fabio Balbi, il presidente Gerardo Favaro, l'assessore Dario Moretti, il vicepresidente Fci Lombardia Flavio Mocchetti e il consigliere Fci Varese Alfredo Trombella. Si riesce a portare lì per qualche istante anche il presidente onorario Giovanni Giani, restio ai riflettori, vegliano i vicepresidenti Davide Tronconi e Walter Giani.

Lo spettacolo sono loro, i ragazzi, accanto al direttore sportivo Dino d'Alessandro che raccontano la loro storia, come hanno iniziato, i momenti difficili che possono essere rappresentati da un infortunio o da un ostacolo, la volontà di non mollare mai.

La società ciclistica si avvicina ai 50 anni, forte del suo sguardo sul percorso dei giovani. «I risultati non sono solo quelli scolastici - ricorda Favaro - ma anche l'essere sportivo, davvero, il rispettare l'avversario».

Amano fare, più che parlare, i vertici della Fagnano Nuova. Così hanno optato per un gesto, forte e chiaro: sull'ammiraglia, sulle borracce, ci sarà un numero, il 1522, quello da contattare se una donna decide coraggiosamente di ribellarsi alla violenza, di vario e drammatico tipo, che subisce. In Valle nel 2023 il Centro Icore ha soccorso 139 donne e le ha aiutate ad allontanarsi dall'inferno della violenza domestica: 85 stanno finendo il percorso di allontanamento. «Quel telefono - ricorda Moretti - suona un giorno sì e uno no, per donne vicino a noi».

Pedalandoin  tutt'Italia, i ciclisti della società di Fagnano saranno a fianco delle donne - «Un segnale fortissimo» -, le aiuteranno a comporre quel numero e a uscire dal dramma che stanno vivendo. La vittoria più bella è già assicurata.

E intanto, si sussurra ma poi nettamente si esclama: si tiene alta la fiamma del ciclismo, che in Valle, in provincia, nella nostra regione ha scaldato tanti professionisti, dilettanti, sostenitori e deve continuare a farlo.

 

GUARDA IL VIDEO

 

 

Marilena Lualdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore