/ Salute

Salute | 07 febbraio 2024, 12:34

Hub Vaccinale di Gallarate: le percentuali di copertura sono in linea con i dati attesi

Il punto del Direttore Socio Sanitario di Asst Valle Olona, John Tremamondo

Hub Vaccinale di Gallarate: le percentuali di copertura sono in linea con i dati attesi

“L’immunizzazione contro le infezioni tramite la vaccinazione è una “pietra miliare” della medicina poiché ha contribuito, e contribuisce tuttora, alla salute degli individui e della collettività” queste le parole del Dott. John Tremamondo, Direttore Socio Sanitario di ASST Valle Olona. “Con l’eccezione dell’acqua potabile, nessun intervento sanitario, nemmeno l’utilizzo di antibiotici, ha avuto un effetto paragonabile a quello dei vaccini in termini di riduzione della mortalità e crescita della popolazione”.

Si stima che le vaccinazioni prevengano 6 milioni di morti ogni anno nel mondo.

Come è noto, per Regione Lombardia le campagne vaccinali sono una priorità. Ed è in questa direzione che prosegue, puntuale, l’impegno di ASST Valle Olona, continuando con l’azione di informazione e responsabilizzazione anche delle famiglie, per far comprendere l’importanza dei vaccini e della prevenzione.

È fondamentale che clinici e specialisti della vaccinazione lavorino insieme su un programma di immunizzazione integrato e cogestito, con l’obiettivo di una presa in carico globale dei pazienti fragili, con evidenti vantaggi sia per la persona malata che per il medico.

Nella fascia adulta rimane una priorità, ancora oggi, il potenziamento delle coperture per pneumococco, varicella e morbillo.

I pazienti seguiti per alcune patologie croniche come i nefropatici, a cui si aggiungono quelli in carico per patologie onco-ematologiche, già seguiti dagli specialisti ospedalieri di ASST Valle Olona, possono beneficiare di percorsi dedicati che consentono loro di essere vaccinati direttamente in ospedale senza dover recarsi al centro vaccinale di competenza sul territorio.

Si tratta di un’alleanza tra specialisti del centro vaccinale e colleghi ospedalieri affinché le vaccinazioni entrino a far parte del piano terapeutico in maniera efficace.

Per quanto riguarda la gravidanza, anche su questo fronte le vaccinazioni sono un’efficace arma di protezione; la possibilità di accedere alle vaccinazioni consigliate lo stesso giorno del controllo ginecologico può favorire l’adesione a questa misura di protezione.

Per tutte le coperture è importantissima la pianificazione.

L’HUB Vaccinale di Gallarate ha assorbito il bacino di utenza dei Distretti di Busto Arsizio, Gallarate e Somma Lombardo passando da 148 mila abitanti del 2022 agli attuali 340.000.

Una crescita importante che ha permesso al Centro Vaccinale HUB di essere in grado di offrire tutte quelle vaccinazioni che sono previste dal Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale e Regionale e di renderle maggiormente fruibili ai cittadini.

“Attualmente le vaccinazioni garantite sono sia quelle obbligatorie che raccomandate per l’infanzia, le vaccinazioni dei pazienti fragili/cronici (in collaborazione con i nostri presidi ospedalieri), le vaccinazioni del viaggiatore internazionale, le vaccinazioni previste per le future mamme, le vaccinazioni delle donne nell’età fertile, nonché le varie campagne vaccinali sia statali che regionali come la vaccinazione del papilloma virus, antinfluenzale, anti-Covid, anti- zoster e anti-pneumococco”, sottolinea il Dott. Tremamondo.

Molte di queste vaccinazioni sono offerte in accesso libero in giorni dedicati, altre – come quella della Coorte del 1959 per la vaccinazione anti-zoster – avvengono in chiamata attiva (su appuntamento e gratuite).

Un altro punto di forza da sottolineare è, senza dubbio, un’attiva collaborazione con i Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta nella somministrazione di vaccinazioni nell’ambito della campagna antinfluenzale e anti-Covid con supporto attivo da parte loro presso il centro; senza dimenticare la sinergia con le Associazioni di volontariato che offrono un supporto attivo per l’accoglienza ed accompagnamento degli utenti in tutto il percorso all’interno dell’HUB.

La mission del Centro Vaccinale è, dunque, quella di garantire agli utenti, cittadini e famiglie, un ambiente il più possibile accogliente ed in grado di soddisfare le esigenze degli stessi, pur nel rispetto delle norme sanitarie.

A questo proposito dal mese di novembre 2023 è attivo il presidio pilota del progetto “Nati per Leggere”, un’iniziativa rivolta ai minori da 0 a 6 anni e alle loro famiglie, per i quali è stata allestita una piccola biblioteca in un’area allestita appositamente all’interno dell’HUB e presidiata dalle volontarie dello stesso progetto.

Inoltre nel mese di dicembre 2023 è stato inaugurato il Baby Pit Stop di UNICEF, ovvero un’area allestita ad hoc dove le mamme possono fermarsi ad allattare il proprio bambino e cambiare il pannolino nella massima privacy.

Al fine di garantire il raggiungimento delle coperture vaccinali previste dal Piano Regionale Prevenzione, l’HUB Vaccinale ha messo in campo una serie di attività volte a ridurre il fenomeno degli inadempienti: sedute straordinarie vaccinali come Vax day per antinfluenzale e anti-Covid, oltre a sedute straordinarie per Epatite A, HPV, Herpes Zoster e Pneumococco.

Per quel che concerne la campagna antinfluenzale 2023/2024, l’ultimo report a disposizione rileva che l’attività dell’HUB Vaccinale mostra percentuali di copertura in linea con i dati attesi.

c. s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore