/ Salute

Salute | 07 dicembre 2023, 16:34

Gestione della cronicità, un workshop sul ruolo dei Distretti

Liuc Business School e Università dell’Insubria organizzano l’appuntamento nella Casa di Comunità di Saronno. Marino Dell'Acqua, direttore Socio Sanitario di Asst Valle Olona, e Luca Maffei, direttore del Distretto di Saronno: «Governare la cronicità sul territorio è una priorità, per l'impatto che avrà nei prossimi anni sui Sistemi Sanitari e Socio Sanitari»

Gestione della cronicità, un workshop sul ruolo dei Distretti

Il Distretto di Saronno - ASST Valle Olona ospita, nella Casa di Comunità di Via Fiume 12, il workshop che si terrà il 12 dicembre, con inizio alle 14, dal tema "Il ruolo dei distretti nella gestione della Cronicità" (programma in fondo).

L'evento, organizzato da LIUC Business School e Università degli Studi dell’Insubria, permetterà a direttori socio sanitari, direttori di Distretto, responsabili di Rsa e Mmg e altri attori regionali di confrontarsi e presentare best practice. «Siamo convinti - affermano il dott. Marino Dell'Acqua, direttore socio sanitario, e il dott. Luca Maffei, direttore del Distretto di Saronno - che affrontare e governare la cronicità sul territorio sia una priorità che non può più essere rimandata, per l'impatto che questa problematica potrà avere nei prossimi anni sui Sistemi Sanitari e Socio Sanitari; noi a Saronno stiamo sperimentando un "modello innovativo" che presenteremo durante l'evento e che auspichiamo possa divenire buona pratica anche per altri».

«L'implementazione del DM 77 – anticipa Emanuele Porazzi, direttore dell’Healthcare Datascience LAB - HD LAB della LIUC - Università Cattaneo - richiede ai direttori di Distretto la strutturazione di nuovi servizi e percorsi per gli assistiti in ottica di prossimità e domiciliarità. Dovranno attivare una rete di collaborazioni tra le strutture sanitarie e sociosanitarie già presenti sul territorio integrandole con quelle di nuova apertura, sfruttando la disponibilità di nuove tecnologie per fornire risposte più appropriate e tempestive. Sono convinto che momenti formativi di confronto come questo workshop con i colleghi e con i referenti di Aggregazione Funzionale Territoriale, a sei mesi dalla fine del corso per direttori di Distretto (organizzato da LIUC Business School e Università Insubria in collaborazione con Polis), possano essere occasioni per elaborare nuove idee e apprendere best practice. Credo che l'opportunità fornita dalle risorse del PNRR sia unica e vada sfruttata al meglio per riorganizzare i servizi territoriali. Proprio su questo tema abbiamo attivato a maggio il Master RESET, dedicato a coordinatori delle Case della Comunità, referenti di AFT, coordinatori di UCCP e Strutture territoriali, per il quale a maggio 2024 è prevista la partenza della seconda edizione».

I docenti LIUC hanno anche sviluppato di recente un caso studio relativo al progetto di presa in carico del frequentuser della ASST Valle Olona, con l’ambizione di individuare i pazienti erroneamente inseriti (direttamente e/o indirettamente) in percorsi inappropriati e ricondurli verso un contesto maggiormente appropriato ed efficace per i loro bisogni. Nello specifico, si è individuata l’opportunità di sviluppare un modello predittivo e proattivo di presa in carico del frequentuser, che permetta di intercettare i bisogni della popolazione, sempre più anziana e affetta da plurime patologie croniche, e che renda il paziente protagonista con il fine di sviluppare empowerment, proattività e self-care.

Dichiara il prof. Giulio Carcano, direttore del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Università dell’Insubria: «Il corso per direttori di Distretto è nato con lo scopo di favorire la realizzazione efficace dei percorsi di presa in carico e cura attraverso l'integrazione tra le differenti strutture sanitarie e sociosanitarie, ospedaliere e territoriali.  I differenti temi trattati durante il corso hanno avuto un filo conduttore trasversale, la necessità di offrire risposte appropriate ai bisogni sanitari e sociosanitari, caratterizzate dal sostegno e dall'accompagnamento continuativo e protetto delle persone lungo tutto il loro percorso di cura. Obiettivo perseguibile solo attraverso processi e modelli organizzativi che siano in grado di favorire l'integrazione tra tutte le professionalità che nel contesto della salute e delle cure esercitano. Questa la cultura sottesa a numerosi percorsi formativi che l'Università degli Studi dell'Insubria offre. Tra questi ricordiamo anche il Master in Infermieristica e Ostetricia di Famiglia e di Comunità e Case/Care Management dei Processi Sanitari e Sociosanitari». 

Files:
 Il ruolo dei distretti nella gestione della cronicità (418 kB)

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore