/ Politica

Politica | 02 febbraio 2023, 10:38

Lavoro, Longhini: «Occorre puntare su formazione e sostegno alle imprese»

«Giusto aiutare chi è è rimasto indietro e chi ha difficoltà fisiche o legate all’età, ma il reddito di cittadinanza non è il modello giusto né efficace», sottolinea il candidato capolista di Forza Italia alle elezioni regionali. «Centrali anche semplificazione burocratica e investimenti sulle infrastrutture»

Lavoro, Longhini: «Occorre puntare su formazione e sostegno alle imprese»

Dare priorità al tema del lavoro, puntando sulla formazione e sul sostegno alle imprese, che passa anche dalla sburocratizzazione e dall’investimento sulle infrastrutture.
Si tratta di un aspetto prioritario per Simone Longhini, consigliere provinciale e comunale a Varese, candidato con Forza Italia alle elezioni regionali del 12 e 13 febbraio.

«Per noi quello del reddito di cittadinanza non è il modello giusto né efficace. E non lo è soprattutto in Lombardia», spiega Longhini. Precisando che «bisogna ovviamente aiutare chi è chi è rimasto indietro e chi ha delle difficoltà fisiche o legate all’età e non riesce a trovare lavoro. Però occorre soprattutto sostenere chi il lavoro lo crea, vale a dire le aziende».

In quest’ottica, prosegue il capolista di Forza Italia, «noi vogliamo incentivare sempre di più le misure che portano le aziende a poter assumere persone giovani e anche meno giovani.
In particolare, una misura già utilizzata da Regione Lombardia e che reputiamo molto efficace si chiama “Formare per assumere”. Una misura che permette alla aziende di formare direttamente il personale (non ancora adeguatamente qualificato) e di immetterlo nel mondo del lavoro. Per questo percorso sono previste forme di finanziamento, di voucher proprio per le aziende. A nostro parere, bisogna aumentare i fondi destinati a questa misura».

Longhini evidenzia che «il problema che oggi scontano molte aziende e molti lavoratori è il disallineamento tra la domanda e l’offerta. Cioè tra le competenze che possiedono i lavoratori e quelle ricercate dalle imprese. Occorre quindi ridurre il più possibile questo gap per aumentare l’occupabilità dei cittadini lombardi».

In questi giorni, il capolista di Forza Italia sta visitando le diverse aree della provincia di Varese, raccogliendo le istanze peculiari di ciascun territorio. Non mancano, ovviamente, incontri con rappresentanti del mondo delle imprese: «Una richiesta forte è quella di ridurre la burocrazia – afferma –. La semplificazione burocratica è senz’altro uno degli aspetti principali che può portare le aziende a essere competitive».

Un altro aspetto importante è quello delle infrastrutture: «Se non ci sono infrastrutture adeguate, le aziende perdono in competitività – sottolinea Simone Longhini –. Noi siamo per la crescita, la modernità, l’innovazione, lo sviluppo. Con infrastrutture sia fisiche che informatico-digitali. Dobbiamo incrementare gli aspetti legati all’innovazione e alla mobilità di merci e persone in Lombardia. In particolar modo, ma non solo, con il completamento della Pedemontana».

Informazione politico-elettorale

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore