/ Calcio

Calcio | 04 giugno 2024, 14:38

Quando il pallone è anche scuola di vita: Bosto Young Pro Cup alla Castellanzese, ma vincono tutti

Grande successo per la prima edizione della manifestazione organizzata al centro sportivo di Capolago che ha visto la partecipazione di 12 squadre con oltre cento giovani promesse: già certo il bis nel 2026. Il sindaco Galimberti alle premiazioni: «Evento che fa bene alla città e conferma il valore e i valori di una società radicata e amata»

Quando il pallone è anche scuola di vita: Bosto Young Pro Cup alla Castellanzese, ma vincono tutti

Dopo un intero fine settimana di gioco e competizione, sono stati i ragazzi della Castellanzese ad aggiudicarsi la vittoria nella prima edizione della Bosto Young Pro Cup, manifestazione sportiva che ha visto gareggiare tra sabato e domenica più di cento giocatori applauditi da un numeroso pubblico.

L’evento, organizzato al centro sportivo di via Torquato Tasso a Varese, ha coinvolto 12 squadre: oltre ai padroni di casa del Bosto, sono scesi in campo i giovanissimi di Pro Patria, Solbiatese, Castellanzese e dei club professionistici Parma, Torino, Verona e Como oltre a quelli di Lugano, Albinoleffe e Renate.

Una due giorni all’insegna dello sport caratterizzata da avvincenti sfide tra giovanissimi calciatori che, come livello tecnico e forza agonistica, non hanno nulla da invidiare ai colleghi più grandi. Un grande spettacolo all’insegna del calcio, dunque, ma anche dell’amicizia e del fair-play.

Sport e non solo

L’obiettivo della manifestazione non è stato certo solo quello di valutare le abilità di gioco dei ragazzi. «L’iniziativa ha voluto prima di tutto favorire la socializzazione e l’incontro tra giovani giocatori e le loro famiglie, il tutto in un contesto informale e conviviale - commentano i dirigenti dell’U.S. Bosto - Visto il grande successo ottenuto, possiamo già annunciare che il prossimo anno ripeteremo l’iniziativa, sperando che possa diventare una vera e propria tradizione per il nostro territorio e non solo».

Le premiazioni

Anche il sindaco di Varese Davide Galimberti ha partecipato alle premiazioni, consegnando la coppa ai vincitori. «Sono felice che una società così radicata sul territorio come il Bosto abbia organizzato un torneo di così alto livello - ha commentato - Eventi di questo tipo fanno bene alla città perché permettono di valorizzarla e di favorire l’incontro tra ragazzi, nel nome dello sport».

Il Bosto

L’Unione Sportiva Bosto è una realtà ormai da decenni consolidata e apprezzata nel panorama del calcio giovanile, e non a caso l’evento ha ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Varese. Una grande famiglia nella quale si allenano più di 400 bambini e ragazzi che nello sport trovano quotidianamente la gioia del gioco e l’occasione per crescere, ovviamente nel rispetto dei valori sportivi più puri e autentici.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla Pro Patria e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 347 2914992
- inviare un messaggio con il testo PRO PATRIA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PRO PATRIA sempre al numero 0039 347 2914992.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore