/ Cronaca

Cronaca | 09 febbraio 2024, 14:35

Trovato con la droga in casa, assolto “perché il fatto non sussiste”

Durante una perquisizione in casa, il 52enne era stato trovato in possesso di 140 grammi tra hashish e marijuana. Ma erano “scorte” per uso personale. Accolta dal giudice la tesi difensiva dell'avvocato Riccardo Stucchi

Trovato con la droga in casa, assolto “perché il fatto non sussiste”

Erano scorte di droga per uso personale e non sostanze da spacciare. L'imputato, un 52enne di Oggiona con Santo Stefano, nel giugno dell'anno scorso era stato fermato a Gallarate in seguito ad una segnalazione.

Dopo la perquisizione personale e domiciliare, nella sua abitazione erano stati trovati 140 grammi tra hashish e marijuana. Rischiava il carcere per detenzione ai fini di spaccio. Ma in aula ha dimostrato che quelle sostanze erano destinate solo al suo uso personale; per questo è stato assolto il 6 febbraio, nel processo con rito abbreviato in tribunale a Busto Arsizio.

L’avvocato Riccardo Stucchi, che difendeva l’imputato, ha insistito per l’assoluzione, non essendoci la prova dello spaccio (in casa non erano stati trovati contanti né strumenti per il confezionamento e lo spaccio) e ribadendo che le sostanze erano destinate solo al 52enne, come rilevato anche dalle analisi tossicologiche. E il gup Veronica Giacoia ha condiviso la tesi difensiva, assolvendo l’imputato “perché il fatto non sussiste”.

Ora gli atti verranno trasmessi alla prefettura, per le eventuali sanzioni amministrative previste per chi usa stupefacenti.

A. M.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore