/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 09 febbraio 2024, 21:38

«Noi vogliamo venire a scuola in bici, ma la pista è bloccata dalle auto dei genitori»

L'appello dell'Ite Tosi perché la pista ciclabile di viale Stelvio sia "liberata" con un video che mostra la fila di macchine ferme

«Noi vogliamo venire a scuola in bici, ma la pista è bloccata dalle auto dei genitori»

Andare a scuola in bicicletta, una scelta importante per il pianeta e per il proprio stile di vita. Ma ecco un ostacolo: le auto parcheggiate negli spazi riservati al passaggio delle bici. Un problema che l'Ite Tosi a Busto Arsizio ha voluto evidenziare con un video girato in viale Stelvio.

Non si tratta di un'auto o due: troppe sostano lungo la pista ciclabile. Sono anche i genitori che lasciano o prelevano i figli a scuola, ecco perché si lancia loro il messaggio.

«Agiamo insieme per un futuro sostenibile - sottolinea l'Ite Tosi - La scuola è anche un luogo di educazione ambientale Noi che la viviamo tutti i giorni siamo orgogliosi di essere una comunità green e responsabile, che sceglie la mobilità sostenibile  come stile di vita. Per questo noi studenti, docenti e personale abbiamo scelto di venire a scuola in bici, per dare il nostro contributo alla salvaguardia del pianeta».

Quanto filmato, tuttavia, rileva la difficoltà: «Purtroppo, come vi mostriamo nel video, spesso, troviamo la pista ciclabile di viale Stelvio bloccata dalle auto dei genitori che vengono a prendere o a lasciare i loro figli. Questo non solo crea disagi e pericoli per noi ciclisti, ma anche inquinamento e traffico per la città. Abbiamo quindi deciso di lanciare una campagna di sensibilizzazione, per invitare tutti a rispettare le regole e a usare mezzi alternativi. Guarda il video (QUI) e condividilo con i tuoi contatti» . 

La dirigente Amanda Ferrario si rivolge poi al Comune e in particolare all'assessore Salvatore Loschiavo, che si è impegnato a fondo in questi anni per la mobilità sostenibile e ha anche lanciato un progetto per le scuole, tra cui l'Ite Tosi.

«Proviamo a far rispettare i divieti?» chiede la dirigente.

L'assessore Loschiavo ha subito fornito una risposta: eccola QUI. 

Ma. Lu.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore