/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 02 febbraio 2024, 10:23

Il Baff si fa in tre

Il Busto Arsizio Film Festival cresce e si arricchisce di una tripla programmazione: un primo appuntamento il 6 aprile e un evento in estate. Poi la ventiduesima edizione dal 28 settembre al 5 ottobre

Il Baff si fa in tre

Il BAFF - B.A Film Festival - cresce e guarda alla ventiduesima edizione proponendo una triplice programmazione nel corso del 2024.

Si partirà il 6 aprile con un grande appuntamento per il pubblico e alcune proiezioni per gli studenti, alle quali seguirà un evento estivo. Dal 28 settembre al 5 ottobre la settimana del festival a Busto Arsizio con il consueto palinsesto: film in anteprima, documentari, cortometraggi, incontri e presentazioni di libri.

Una decisione, quella di triplicare gli appuntamenti della Kermesse, dettata dalla volontà di un festival che non sia concentrato in un solo momento dell’anno, ma che rivesta una funzione propulsiva sul territorio a livello culturale, articolato in più momenti dell’anno.

L’edizione 2023 del BAFF aveva confermato la sua doppia anima, culturale e pop, avendo, tra altri, ospiti i registi Marco Bellocchio e Jerzi Skolimowski, proponendo due film in anteprima nazionale, L’innamorato, l’arabo e la passeggiatrice di Alain Giraudie e Le mie ragazze di carta di Luca Lucini e dando spazio al fenomeno televisivo dell’anno, con parte del cast di Mare Fuori.

«Guardiamo con favore a questa nuova calendarizzazione del festival, che ne rafforza la formula e ne favorisce un ulteriore radicamento in città - affermano il sindaco Emanuele Antonelli e la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli -. L’offerta culturale del Baff è un patrimonio prezioso, perché consente una puntuale, elevata e costante occasione di conoscenza, approfondimento e fruizione del prodotto filmico e, in generale, della cinematografia.

Un’occasione che auspichiamo possa coinvolgere un numero sempre maggiore di persone, dentro la città e ben oltre fuori i propri confini. Grazie anche a questa nuova formula, l’obiettivo è ancora più vicino».

«Come già osservato - conclude Alessandro Munari, presidente della B.A. Film Factory - l’ampliamento delle date del Baff risponde all’esigenza di maggiore fruibilità dei contenuti cinematografici, in linea con le aspettative del pubblico e del mondo culturale in genere, sempre più volto ad un dialogo continuo tra le diverse forme d’arte in connessione costante tra di loro».

Il BAFF - B.A. Film Festival - diretto da Steve della Casa e Paola Poli è organizzato da B.A. Film Factory, presieduta da Alessandro Munari, con il Comune di Busto Arsizio e il supporto dell'Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore