/ Politica

Politica | 07 dicembre 2023, 19:21

Manca il quorum, in Provincia ancora un nulla di fatto per il Cal

Dopo il primo tentativo andato “a vuoto”, c’è un nuovo colpo di scena. A Villa Recalcati si presentano in quaranta: non basta. A questo punto sarà il Consiglio provinciale a eleggere i due rappresentanti

Manca il quorum, in Provincia ancora un nulla di fatto per il Cal

Dopo il primo tentativo andato “a vuoto”, c’è un nuovo colpo di scena per la votazione dei componenti del Cal, il Consiglio delle autonomie locali.
L’assemblea di questa sera è andata quasi deserta. A Villa Recalcati è mancato sia il quorum di un terzo dei sindaci – erano presenti in quaranta, ne servivano quarantasei – sia del 40 per cento della popolazione (ne era rappresentato il 38 per cento). Assenti in particolare molti esponenti di Eupolis e del centrodestra: non c’erano, tra gli altri, quelli dei due Comuni più grandi, Busto Arsizio e Gallarate. Il sindaco della seconda, Andrea Cassani, è anche il segretario provinciale della Lega. Presente invece Varese con Michele Di Toro.

A questo punto, come previsto dallo statuto, laddove l’assemblea dei sindaci non deliberi sarà il Consiglio provinciale a scegliere il rappresentante per i Comuni sopra i cinquemila abitanti e quello per i Comuni più piccoli. Appuntamento rimandato dunque a lunedì 18 dicembre.

Allora si dovrebbe chiudere una vicenda trasformatasi in un caso politico quando, nel corso della votazione online la scorsa settimana, i numeri sembravano sul punto di premiare per i Comuni più piccoli il sindaco di Azzate Raffaele Simone, sostenuto in particolare dai civici di Eupolis.
Facendo così saltare l’accordo trovato dalle segreterie di Pd e Lega sul nome di Giuseppe Iocca, sindaco di Bardello con Malgesso e Bregano.

Il presidente della Provincia Marco Magrini aveva però stoppato il voto poiché, come da lui stesso spiegato nell’ultima seduta dell’assise a Villa Recalcati, a causa di difficoltà tecniche non tutti i partecipanti erano in grado di esprimere la propria preferenza.
L’assemblea è stata quindi riconvocata per oggi, non senza malumori e strascichi.
Ieri era arrivato il «passo di lato» dell’outsider Raffaele Simone. La sua candidatura, però, non era stata formalmente ritirata. Forse anche per questo è arrivata l’indicazione del centrodestra (o di una parte) di disertare l’appuntamento di oggi. Così, infatti, saranno direttamente i consiglieri provinciali a indicare – finalmente – i nomi dei due rappresentanti.

Riccardo Canetta

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore