/ Salute

Salute | 16 maggio 2023, 10:31

I giovani e la prevenzione sanitaria: sempre più sensibili e attenti nei confronti dei rischi che minacciano la salute

172 giovani all'hub del Casermone di Gallarate per la vaccinazione contro il papilloma virus, in occasione dell'open day di Asst Valle Olona di sabato 6 maggio. Altri appuntamenti vaccinali previsti in questo mese

I giovani e la prevenzione sanitaria: sempre più sensibili e attenti nei confronti dei rischi che minacciano la salute

Grande adesione di ragazze e ragazzi, lo scorso sabato 6 maggio, all’open day istituito dall’ASST Valle Olona presso l’HUB vaccinale di Gallarate (ex Caserma Aeronautica), dove, per la vaccinazione contro il papilloma virus, si sono presentati ben 172 giovani (ragazze e ragazzi). La significativa adesione evidenzia sia l’incremento dell’attenzione verso certi rischi oltre alla crescente consapevolezza che la vaccinazione resta, comunque, un’arma efficacie per prevenire alcune malattie.

La vaccinazione contro il papilloma virus è infatti fortemente raccomandata dagli Organi Sanitari, in quanto si tratta di un virus di facile diffusione che rappresenta la causa principale dei tumori all’utero, orofaringei e anali.

L’iniziativa proseguirà pertanto con un altro open day, previsto per il prossimo 20 maggio, data in cui si prevede un’altra partecipazione significativa.

Ma non è l’unica iniziativa prevista per il mese di maggio.

Infatti sempre il giorno 20 maggio, dalle ore 8.30 alle 12, presso lo stesso HUB, le giovani donne dai 18 ai 26 anni (nate dal 1998 al 2005 compresi) potranno accedere per la stessa vaccinazione senza alcun appuntamento.

Fino alla fine del mese, inoltre, è in funzione presso l’HUB vaccinale un ambulatorio riservato ai nati dal 1952 al 1958 compresi, per le vaccinazioni contro l’Herpes Zoster e contro lo pneumococco. L’ambulatorio è aperto nelle giornate di martedì e giovedì, dalle ore 9.00 alle 12 e dalle 13.30 alle 15.30. Anche queste vaccinazioni sono vivamente raccomandate in quanto aiutano a prevenire malattie quali il cosiddetto e diffusissimo fuoco di S. Antonio e le sue complicanze, nonché le polmoniti da pneumococco, tutte di facile diffusione soprattutto nella fascia di età sopra menzionata.

Il Sistema Sanitario Nazionale e la Regione Lombardia mettono a disposizione, gratuitamente, le vaccinazioni sopra menzionate per le fasce di età indicate, al fine di consentire un facile accesso a quella che rimane, tuttora, la strada migliore per la prevenzione.

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore