/ Attualità

Attualità | 25 marzo 2022, 09:48

Tragedia Mesenzana, Osservatorio Sostegno Vittime: «Separazioni siano supervisionate da consulenti familiari»

Le parole dell’avvocato Elisabetta Aldrovandi, presidente dell’Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime: «Indispensabile l’ausilio di figure tecniche in grado di prevedere quando certe situazioni possono degenerare nell’irreparabile»

Tragedia Mesenzana, Osservatorio Sostegno Vittime: «Separazioni siano supervisionate da consulenti familiari»

«Nelle separazioni sarebbe più che mai opportuna la previsione automatica e sistematica di consulenti familiari e professionisti specializzati che affiancassero il delicato lavoro degli avvocati. È indispensabile stabilire l’ausilio di figure tecniche in grado di prevedere quando certe situazioni possono degenerare nell’irreparabile», lo dichiara l’avvocato Elisabetta Aldrovandi, presidente dell’Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime, commentando la tragedia accaduta a Mesenzana, che ha visto un padre uccidere i due figli a coltellate per poi suicidarsi.

«Il 30% degli uomini che uccide la propria partner attuale o passata si uccide o tenta di farlo subito dopo. La percentuale aumenta moltissimo quando le vittime sono i figli. Ancora una volta – continua l’avvocato Aldrovandi – si è di fronte a una separazione non accettata dal marito, ancora una volta parenti e conoscenti restano sbigottiti di fronte al gesto di una persona mite e solare, che arriva a uccidere a coltellate i propri bambini e poi a suicidarsi. Le separazioni di coppia non sono mai facili. A volte si scatena la sensazione che tutto sia perso, la convinzione che la famiglia possa esistere soltanto unita, e si arriva a commettere il più orribile dei crimini, ossia l'uccisione di coloro che si ha contribuito a mettere al mondo. Per questo, più che mai opportuna sarebbe la previsione automatica e sistematica, nelle separazioni, di consulenti familiari che affiancassero il delicato lavoro degli avvocati, i quali troppo spesso, nella gestione di simili situazioni, diventano il ricettacolo delle frustrazioni di coppie scoppiate, in cui, a volte, una delle parti non accetta assolutamente la decisione dell'altra, e pur di “fargliela pagare”, è disposta a tutto. Per questo, è indispensabile stabilire l’ausilio di figure tecniche in grado di prevedere quando certe situazioni possono degenerare nell’irreparabile», conclude Elisabetta Aldrovandi.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore