/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 01 settembre 2023, 15:44

«Salviamo, e censiamo, gli alberi di Beata Giuliana»

Comitato per il diritto alla salute del Varesotto, Medicina democratica e Legambiente, contrari al nuovo ospedale previsto nel rione di Busto, lanciano quattro iniziative per fare conoscere e valorizzare l’area in cui dovrebbe sorgere la nuova struttura

«Salviamo, e censiamo, gli alberi di Beata Giuliana»

L’impatto sul verde e sull’ambiente è, da sempre, fra i temi al centro del dibattito sull’ ospedale Busto/Gallarate, a Beata Giuliana, soprattutto per iniziativa di quanti sono contrari al progetto della nuova struttura. Tornano sull’argomento il “Comitato per il diritto alla salute del Varesotto”, Medicina democratica e Legambiente.

Le tre realtà annunciano una serie di iniziative, naturalistiche e culturali, con cui intendono riportare all’attenzione dell’opinione pubblica l’area che verrebbe sacrificata per realizzare il nosocomio. «Da sette anni – scrivono – Regione, Comuni di Busto e Gallarate, Asst Valle Olona, Ats Insubria e Provincia di Varese, tramite la sottoscrizione di un Accordo di Programma promosso da Regione Lombardia, tentano di realizzare un ospedale unico Busto Arsizio - Gallarate, in sostituzione dei due ospedali esistenti. Da sette anni vari comitati e associazioni si oppongono a questa intenzione, con l’obiettivo della salvaguardia della sanità pubblica, chiedendo l’ammodernamento dei due attuali ospedali, la valorizzazione della medicina territoriale, la salvaguardia dell’ambiente. Infatti, la realizzazione dell’ospedale unico è condizionata alla distruzione di ben 6,5 ettari di aree boscate, che costituiscono uno degli ultimi frammenti di quella Selva Longa che per secoli si distendeva fra il Ticino e l’Adda e che oggi è quasi del tutto scomparsa a causa dell’intensa urbanizzazione e cementificazione del territorio».

Di qui, l’idea di valorizzare e fare conoscere l’area con appuntamenti in loco, «...alla vigilia dell’approvazione dell’ipotesi di Accordo di Programma, prevista entro il 15 di ottobre 2023...» così da contrastare la sottoscrizione e rivendicare il diritto alla salute ambientale. Di seguito, il calendario delle iniziative, che i promotori accompagnano a indicazioni inequivocabili: vieni anche tu (in via Cascina dei Poveri, ingresso da viale Stelvio) per dire no all’ospedale unico, sì al potenziamento degli ospedali esistenti, sì alla sanità pubblica, sì alla tutela e alla valorizzazione del bosco.

- 9 settembre, 16,30: avvio del censimento arboreo (previsti appuntamenti successivi, per info: censimentoboscobeatagiuliana@gmail.com)

- 16 settembre, 17.30-18.30: “Mutamenti e tracce d’anime”, letture di poesie di e con Valerio Cicchiello e Giuseppe Chiera

- 29 settembre, 21 – 23: “Ascolto di luna, nella selva longa”con brani di Beethoven, Debussy, Fauré, Schumann, Dovorak, Schoenberg

- 1 ottobre, 16-18: “Il verde che ci cura”, voce, parole e musica a cura di Elisa Giaccherello

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore