/ Gallarate

Gallarate | 07 giugno 2024, 17:55

Taglio degli alberi in via Lazio, Carabinieri forestali in comune a Cassano Magnago

La visita qualche giorno fa, per un esposto innescato dai lavori preliminari alla costruzione del nuovo polo per l’infanzia. L’assessore Dabraio rassicura: «Ricordo che il terreno è comunale, non vincolato, edificabile»

In via Lazio si è iniziato a lavorare, procedendo al taglio degli alberi

In via Lazio si è iniziato a lavorare, procedendo al taglio degli alberi

Carabinieri forestali al Comune di Cassano Magnago: non è passata inosservata la visita degli uomini dell’Arma, pochi giorni fa, negli uffici del municipio e subito sono scattate supposizioni sulle ragioni della loro presenza. C’entra il futuro polo per l’infanzia in via Lazio e il taglio degli alberi sull’area che dovrebbe ospitarlo, ha pensato qualcuno. Cogliendo nel segno.

Nei piani, la struttura finanziata con risorse del Pnrr, dovrà, come noto, accogliere bambini delle fasce 0-6 anni. Una prospettiva rispetto alla quale sono sorte perplessità, sia a livello politico che di opinione pubblica. Un po’ per un andamento demografico che, a Cassano come altrove, alleggerirebbe le necessità di plessi al servizio dell’infanzia. Un po’ per un progetto destinato a svilupparsi su un’area verde, in cui si è iniziato a lavorare procedendo all'eliminazione degli alberi: oltre alle critiche apparse sui social, è partita una mobilitazione con tanto di messaggi ai balconi e alle finestre di abitazioni che si affacciano sul terreno interessato: "No", "Rivogliamo il bosco" "Basta cemento", questo il tenore delle scritte.

«È stato fatto un esposto – conferma l’assessore al Territorio e ai Lavori pubblici, Rocco Dabraio – la visita dei Carabinieri nasce da questo. Alla base, ovviamente, c’è il taglio delle piante. Ricordo, però, che stiamo parlando di un terreno comunale, non vincolato, sul quale si può costruire. Quanto alle esigenze dell'infanzia, il problema, come già fatto presente in passato, è legato soprattutto alla fascia 0-3 anni e alle liste d’attesa per accedere alle realtà già esistenti. Parliamo di un buon progetto, utile a Cassano».

Sulle reazioni negative: «Ovviamente le prendiamo in considerazione, stiamo pensando a iniziative per fare il punto»

S.T.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore